Ultime notizie:

Lavori svolti dalla Commissione Agricoltura dal 6 al 17 novembre

commissione agricoltura camera

Lo scorso 8 novembre la Commissione Agricoltura ha approvato i rilievi trasmessi alle Commissioni I Affari Costituzionali e VI Difesa, relativi al Decreto 451 “Schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177, in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo forestale dello Stato“.
Sono stata relatrice di questo provvedimento.

Non ho mai nascosto la mia contrarietà allo scioglimento del CFS e ad un anno dalla entrata in vigore del Decreto 177/16 molti sono gli aspetti che andrebbero meglio valutati così come molti sarebbero gli aggiustamenti da apportare.
L’ultimo atto del Governo, il n 451, andava in parte in questa direzione.
I rilievi che abbiamo sollevato e consegnato alle Commissioni referenti riunite I e VI, hanno posto l’accento in particolare su alcune questioni più evidenti e più urgenti:

  • la revisione della tabella di equiparazione adottata per l’inquadramento del personale del Corpo forestale dello Stato transitato nei ruoli del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che tenga nel debito conto, oltre al criterio della prossimità del trattamento economico, il livello di professionalità e responsabilità precedentemente raggiunto, con particolare riguardo al personale delle qualifiche apicali nell’ambito dei diversi ruoli
  • la revisione delle modalità con cui ad oggi vengono impiegati i Direttori delle operazioni di spegnimento (DOS) e tutto il personale elicotterista (piloti e specialisti) appartenente all’ex COA-CFS nonché la flotta aerea ed elicotteristica appartenente al disciolto Corpo forestale;
  • la attenzione particolare al personale operaio con contratto a tempo indeterminato allo scopo di mantenere inalterato il numero di OTI provenienti dal Corpo forestale ai sensi della legge 5 aprile 1985, n.124.

Alcune delle questioni sollevate sono state riprese nel parere espresso dalle Commissioni di merito.

 

La commissione in sede referente ha esaminato della proposta di legge (C. 3864, Sani) recante “Disciplina della coltivazione, della raccolta e della prima trasformazione delle piante officinali” (Relatrice Terrosi, PD).

La commissione ha discusso i seguenti atti di governo:

1) Atto n. 451 “Schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177, in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo forestale dello Stato” (Relatrice Terrosi, PD) approvando la proposta di rilievi della relatrice;

2) Atto n. 453 “Schema di decreto legislativo per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 1143/2014 recante disposizioni volte a prevenire e gestire l’introduzione e la diffusione delle specie esotiche invasive” (Relatore Taricco, PD) con parere favorevole;

3) Atto n. 456 “Schema di decreto legislativo recante disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (UE) n. 1169/2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, e adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del medesimo regolamento (UE) n. 1169/2011 e della direttiva 2011/91/UE” (Relatore per la XII Commissione Capone, PD, Relatore per la XIII Commissione Oliverio, PD) dando parere favorevole;

Nell’ambito delle indagini conoscitive sono state eseguite le seguenti audizioni informali:

A) nell’ambito dell’esame dello schema di Decreto Legislativo recante “Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177, in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo forestale dello Stato (atto n. 451) audizione di rappresentanti delle organizzazioni sindacali CGIL FP, CISL FNS, UIL-PA, CISAL CFS e USB pubblico impiego; http://webtv.camera.it/evento/12097

B) nell’ambito dell’esame della proposta di legge recante “Riconoscimento del pomodoro San Marzano dell’agro sarnese-nocerino a denominazione di origine protetta e dei siti di relativa produzione quali patrimonio culturale nazionale” (C. 4417 Russo F.I.-PDL) audizione di rappresentanti delle organizzazioni agricole Agrinsieme (Confagricoltura, CIA, Copagri, Alleanza delle cooperative-italiane-agroalimentare), Coldiretti, UeCoop e Unci, e successivamente dei rappresentanti del Consorzio Osservatorio dell’Appennino meridionale e del Consorzio di tutela del pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino Dop http://webtv.camera.it/evento/12098 e http://webtv.camera.it/evento/12111

Inoltre sono state eseguite le seguenti interrogazioni a risposta immediata:

N°5/12685 Antezza (PD): Ampliamento dei soggetti abilitati all’attuazione dei piani di controllo, per il contrasto all’eccessivo incremento di fauna;

N°5/12686 Russo (F.I.- PDL): Riconoscimento della denominazione di origine protetta alla « Treccia della Murgia e dei Trulli »;

N°5/12687 Zaccagnini ( MDP): Sullo stato di avanzamento del progetto «Beenet» nel settore dell’apicoltura;

N°5/12688 Gallinella (M5S): Sulla mancata adesione del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali allo Sportello unico doganale;

N°5/12689 Mucci ( Misto): Selezione dei progetti in materia di infrastrutture irrigue nell’ambito del programma di sviluppo rurale nazionale 2014-2020.

È continuata infine la discussione sulle seguenti risoluzioni:

A) 7-00497 Gallinella (M5S), 7-00736 Zaccagnini (MDP) e  7-00993 Antezza (PD): Sulle competenze e sulle funzioni svolte dall’AGEA;

B) 7-01016 Venittelli (PD) e 7-01046 Benedetti (M5S): Misure per favorire l’accesso al credito delle imprese della pesca e dell’acquacoltura;

C) 7-01082 Zanin (PD): Riconoscimento quale Vitis Vinifera delle nuove varietà resistenti di vite prodotte in Italia.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


10 Condivisioni
Condividi10
+1
Tweet
Condividi