Ultime notizie:

Interrogazione sui gravi disagi ferroviari intercorsi nella settimana tra il 15 e il 19 maggio

interrogazione disagio pendolari
La settimana dal 15 al 19 maggio è stata veramente dura per tutti i pendolari che viaggiano tra Firenze, Orvieto, Orte, Ancona, Perugia, Terni e Roma.
Giornate caotiche caratterizzate da ritardi inimmaginabili per cause non immediatamente comprensibili così come di difficile comprensione sono risultati gli effetti e le alternative a disposizione degli utenti.
Il guasto che si è verificato il 19 ad alcune centraline, ha creato ancora più disagio, con la completa regolarizzazione del traffico avvenuta solo domenica 21.
Errori tecnici, persone sui binari….Chiediamo di conoscere le cause effettive di quanto successo e soprattutto se si intendano adottare misure affinché non si ripetano.
Intendiamo inoltre sottolineare ancora una volta che le politiche dei trasporti in questo Paese non possono vivere di contrapposizioni: gli investimenti degli ultimi decenni sull’Alta Velocità hanno permesso al nostro Paese di tornare all’avanguardia nel trasporto ferroviario che collega grandi città.
Ma questo non può continuare a giustificare la mancanza di una strategia di investimenti seria e di lungo respiro per il trasporto pubblico locale, garantito dai Treni regionali veloci e dagli Intercity per le medie lunghe percorrenze.
I pendolari chiedono attenzione perché ancora una volta vogliono porre il tema di un trasporto sicuro, dignitoso e certo.
disagi pendolariViaggiare in treni sporchi, o con porte chiuse o viceversa, chiuse male; in cui fa caldissimo o, al contrario, l’aria condizionata rende le carrozze fredde; in treni che difficilmente non maturano un ritardo, anche di pochi minuti è esperienza di vita quotidiana della maggior parte dei pendolari italiani, i quali ormai da anni hanno sottoposto a Ministero e Regioni le loro motivazioni.
Spero si voglia rispondere e spero lo si voglia fare con una prospettiva che contempli programmazione e condizioni migliori per il trasporto pubblico locale.
 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


4 Condivisioni
Condividi4
+1
Tweet
Condividi