Ultime notizie:

Beni culturali, patrimonio diffuso e condiviso

MIBACT

Ho sottoscritto insieme a molti altri colleghi una interrogazione a prima firma del collega Giuseppe Romanini il cui argomento è quello dei contributi che il MiBACT può concedere ai proprietari, possessori o detentori di un bene culturale di particolare pregio e che è assoggettato alla normativa per la conservazione dei beni culturali di interesse storico e artistico, qualora sullo stesso siano necessari interventi conservativi o di restauro, per un ammontare non superiore alla metà della spesa che può essere coperta totalmente se il bene in oggetto è di uso o godimento pubblico.

La suddetta concorrenza alla spesa era stata introdotta dall’articolo 35 del decreto legislativo n. 42 del 22 gennaio 2004, ma una norma introdotta successivamente sospese la concessione di detti contributi fino alla legge di stabilità 2013.

Quest’ultima ha modificato la norma citata introducendo la possibilità di erogare i contributi già concessi all’entrata in vigore del Decreto legge che li aveva sospesi.

Nella interrogazione si chiede al Ministero se non ritenga opportuno promuovere uno stanziamento straordinario che consenta di evadere le ingenti somme approvate e non erogate e permettere allo stesso tempo la riattivazione delle procedure per l’inoltro delle nuove richieste.

Questo il link al testo della interrogazione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


6 Condivisioni
Condividi6
+1
Tweet
Condividi