Ultime notizie:

A Proceno ricordato Nello Diamanti con l’intitolazione di una piazza

Se ci si affaccia dal belvedere di Proceno lo sguardo si apre su una campagna a perdita d’occhio, su un rotolone che irriga un campo di mais, su una geometria di paesaggio intarsiato e colorato di diverse tonalità di verde a seconda che all’orizzonte si scorgano boschi, olivi, messi già ingiallite, orti o prati e, più in lontananza, la sagoma delle colline che si fanno montagna.

In questa estate che ha rubato il tempo alla primavera e che quest’anno come non mai appare avida d’acqua, Nello Diamanti sarebbe stato fiero di quel paesaggio costruito con fatica e dedizione da quei mezzadri e da quei contadini le cui istanze e rivendicazioni hanno rappresentato la ragion d’essere del suo agire politico.

Questa mattina (domenica 2 luglio) si è svolta la cerimonia di intitolazione della piazza detta “del mercato” a Nello Diamanti, già sindaco di Proceno.

Prima, nella bella cornice del palazzo comunale, l’amministrazione nella persona del Sindaco Cinzia Pellegrini e la Fondazione Gualtiero Sarti, hanno dedicato un ricordo speciale alla figura di Nello Diamanti e alla storia, umana e politica che lo ha riguardato.

Insieme al Senatore Ugo Sposetti, al quale è stato affidato il compito di presentare ai più giovani e ricordare ai più maturi l’uomo, il dirigente politico e l’amministratore che è stato Nello Diamanti, abbiamo ripercorso uno scorcio significativo della storia della nostra Repubblica.

La ricostruzione di Ugo Sposetti è stata meticolosa, attinta ai ricordi personali ma anche supportata dai documenti dell’epoca, ed ha restituito uno spaccato dell’attività del Partito Comunista della provincia di Viterbo, di cui Nello Diamanti è stato “dirigente preparato e affidabile”.

Attività che molti di noi conservano nella propria memoria, per averla vissuta direttamente o per averla appresa, tramandata da un gruppo dirigente che a partire degli anni 70 vide la presenza di un numero consistente di giovani dell’Alta Tuscia.

Una bella giornata, una bella lezione di storia che ci ha permesso di conoscere meglio la vita, l’impegno e l’attività di uno di quei protagonisti minori che hanno vissuto e hanno lavorato senza ribalta ma che hanno lasciato un segno indelebile perché hanno saputo migliorare la vita dei propri concittadini.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


16 Condivisioni
Condividi16
+1
Tweet
Condividi